Osteopatia pediatrica

Osteopatia pediatrica

L’Osteopatia pediatrica è ormai una grande risorsa per risolvere disturbi di neonati e bambini. Perché l’Osteopatia pediatrica utilizza trattamenti delicati adatti a tutte le fasi di crescita del bambino, l’approccio osteopatico è naturale, non invasivo e privo di effetti collaterali, e va a correggere problemi posturali evitando così inconvenienti in età adulta. Ma l’Osteopatia si rivolge anche ad altri sistemi ed apparati oltre a quello muscolo-scheletrico. Rappresenta, infatti, un valido e prezioso intervento in disturbi ricorrenti quali: asma, allergie, otiti, riniti e faringiti, scoliosi, problemi posturali, problemi visivi, disturbi del sonno, stipsi, rigurgiti neonatali, reflusso, coliche, difficoltà alla suzione, disturbi comportamentali e difficoltà nell’apprendimento.
Si avvale di tecniche dolci e prive di effetti collaterali in quanto non fa uso di farmaci per la cura delle varie patologie, perfetta per pazienti di qualsiasi età; l’Osteopatia, infatti, studia l’individuo nel suo complesso, individuando le cause (e non solo analizzando i sintomi) delle disfunzioni o dei disturbi, cercando di intervenire su di esse in modo da ristabilire l’armonia e l’equilibrio dell’organismo.
Trattandosi di una terapia non violenta, priva di effetti collaterali e per nulla invasiva, viene generalmente ben tollerata dai piccoli pazienti, si è infatti rivelata molto utile nella cura delle affezioni e dei disturbi legati al parto nei neonati e nei bambini molto piccoli, restituendo loro il giusto equilibrio e l’armonia corporea. Abbiamo parlato di perché questo per il neonato può essere la causa di alcuni disturbi, specie in particolari situazioni, come: presentazione podalica, primo parto, travaglio lungo e difficile, parto gemellare, anomalie uterine, estrazione forzata. Tutte queste situazioni possono alterare la struttura cranica e della colonna del bambino, con effetti a breve e lungo termine, che si potrebbero manifestare quindi anche a distanza di mesi e anni, fino ad arrivare a problematiche posturali anche importanti. Da qui l’importanza di un primo controllo anche subito dopo la nascita.
I bimbi non sono essenzialmente dei “piccoli adulti” ma il loro corpo, costantemente impegnato nel processo di crescita, ha differenti proporzioni anatomiche, fisiologiche, biochimiche, per cui l’approccio osteopatico in età pediatrica è completamente diverso e il modo di “trattarli” è appositamente studiato per loro.
L’Osteopatia altro non fa che assecondare e rinforzare questa naturale predisposizione alla salute e alla guarigione, insita nella vita. Il trattamento osteopatico non è invasivo e consiste in piccole delicate pressioni in punti specifici della testa, della colonna vertebrale, del torace e degli arti al fine di indurre un recupero fisiologico delle strutture.
Riassumendo i bambini possono sviluppare problemi strutturali causati da una varietà d’eventi: durante la gravidanza, durante il parto, incidenti e cadute durante la crescita, infezioni od infiammazioni, problemi genetici.
Le tecniche osteopatiche di trattamento e cura possono, da sole od in ausilio con altre terapie, dare sollievo e risolvere questi problemi.
Ritardo nella parola, difficoltà nell’educazione e nell’apprendimento, problemi nella coordinazione e nello sviluppo psichico che non avrebbero nessuna ragione di esistere, possono molto spesso avere origini nelle cattive sinergie dei muscoli e nelle cattive posture del corpo.
Molti di questi casi sono migliorati mediante il ricorso al trattamento osteopatico.
Le cure osteopatiche possono aiutare a prevenire i rischi i e i traumi correlati all’attività sportiva svolta durante l’adolescenza. Sono inoltre di valido aiuto nei casi di allergie, crisi convulsive, asma, bronchite, difficoltà nell’apprendimento, ritardi nello sviluppo.
Per concludere l’Osteopatia è un ottimo strumento di valutazione, di prevenzione e di correzione, nei neonati e nei bambini come negli adulti.
Una menzione a parte va fatto nel ruolo dell’Osteopatia durante la gravidanza e dopo la nascita, le tecniche usate sono molto utili nei disturbi comuni legati a questo evento nella donna, come dolori alla schiena, mal di testa, sciatiche, disturbi digestivi e molti altri. Inoltre è un valido aiuto nella preparazione del parto per evitare complicanze e travagli lunghi. Essendo una tecnica dolce e strettamente manuale, non presenta controindicazioni e comunque un operatore preparato lavorerà sempre in stretta osservanza delle indicazioni del ginecologo.